Testimonianze pubblicate
427

Sono guarita grazie a mia figlia

Elena N. (Emilia Romagna)

Sono nata Milano, mi accorgo di avere l'epatite C, mi rivolgo all'ospedale Sacco (MI) dove mi chiesero di provare una cura con interferone, allora, 30 anni fa erano ancora cure sperimentali. Il mio medico di base mi disse di no, nel 2004 vado a vivere in un paesino in provincia di Bologna, finalmente il mio medico di base mi chiese di andare all'ospedale S. Orsola (BO). Feci tutti gli esami e mi dissero che il mio era di genotipo 1. Iniziai a fare la cura, la feci per circa 3 mesi, ma per me era devastante, poco dopo mollai tutto.

Passò un altro anno, ci riprovai, conoscendone le conseguenze, stavo male ed era impossibile sopportare tutto, soprattutto le punture che facevo una volta alla settimana, ma dentro di me continuavo a dirmi: non mollare, ce la puoi fare!! Mi dissero già al terzo mese che stavo guarendo però dovevo continuare la cura per 6 mesi. È stata molto molto dura, ma ce l'ho fatta e l'ho fatto per mia figlia perché quando nacque non la prese. I primi 2 anni di vita di mia figlia furono un calvario, ogni mese la portavo al S. Orsola per fare gli esami del sangue. Finiti i suoi due anni, mi dissero che era tutto okay.

Grazie a mia figlia sono riuscita a guarire!!

Distinti saluti

Elena N. (Emilia Romagna)